Non è più possibile registrarsi su Documoo.tv

Stranger In my home. Estraneo a casa mia

|
Starring:

Durata: 38m
  • “Estraneo a casa mia, Gerusalemme”, di Sahera Dirbas, è una produzione totalmente indipendente. Si tratta di un film documentario girato per i 40 anni dalla Guerra dei Sei Giorni, ma è legato strettamente anche agli eventi della Nakba (Catastrofe, 1948). Ne sono protagonisti otto palestinesi che originariamente vivevano nella zona Ovest, ebraica, di Gerusalemme, ma che si videro cacciare via dalle loro case quando gli israeliani entrarono in quella parte della citta’ nel 1948.

    Nel documentario i palestinesi prima raccontano le loro vicende personali nel 1967, quando Israele ha occupato anche la zona Est della citta’, e dopo si recano alle case di Gerusalemme Ovest da dove furono espulsi. In alcuni casi si incontrano e discutono con gli israeliani che ora occupano quelle abitazioni. I colloqui offrono interessanti spunti di riflessione. E’ da notare che i protagonisti in quasi tutti i casi appartengono alla classe media palestinese e le abitazioni che si sono visti confiscare hanno oggi un valore di mercato che, talvolta, e’ superiore al milione di dollari.

    “Estraneo a casa mia, Gerusalemme” è stato in concorso a Doha al Festival del documentario della televisione satellitare Al-Jazeera. E’ stato presentato alla Cinemateque israeliana di Gerusalemme ed è in programma il 15 dicembre alla Cinemateque di Tel Aviv. E’ stato presentato anche al Teatro Nazionale Palestinese di Gerusalemme e al Centro culturale di Ramallah. E’ stato oggetto di una intera trasmissione sulla questione di Gerusalemme della televisione degli Emirati arabi Uniti con collegamenti in diretta tra Dubai, Amman e Gerusalemme. Tra qualche giorno verra’ presentato a Parigi nell’ambito di una conferenza sui 60 anni dalla Nakba (1948). Tra la fine di dicembre e la fine di gennaio verra’ proiettato anche a Caserta, Cagliari e in varie citta’ del Nord Italia.

    Sahera Dirbas, nata e crescita ad Haifa, residente a Gerusalemme, dopo la laurea si e’ specializzata in storia orale. Ha pubblicato tre ricerche su altrettanti villaggi arabi distrutti nel 1948 e ha prodotto un documentario sulla sua citta’. Ora svolge a tempo pieno l’attivita’ di film-maker indipendente. Attualmente sta girando il suo secondo documentario, su temi legati al 60esimo anniversario della Nakba.

    Fonte: Pane-rose.it

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *