Per utilizzare le funzioni Guarda dopo e Già visto devi aver eseguito l'accesso

 

Entra oppure Registrati

Roberto Baggio. Prima che venga sera 07

| ,
Starring:

Durata: 1h 1m
  • Roberto Baggio partecipa a Francia ’98, il suo terzo Mondiale, con il ct Cesare Maldini. L’opinione pubblica si divide sul “dualismo” tra lo stesso Baggio e Del Piero, seppur rientrante da un infortunio rimediato nella finale di Champions League. Baggio parte titolare in attacco al fianco di Christian Vieri contro il Cile nella prima partita e dimostra subito di essere uno dei giocatori più in forma tra gli Azzurri: inventa l’assist per il gol di Vieri, si procura e segna il rigore che riporta l’Italia sul pari dopo la rimonta cilena.

    Memorabile è l’esultanza, quasi liberatoria, dopo il centro dal dischetto, quattro anni dopo quell’infausto rigore che aveva tolto all’Italia il titolo mondiale. Nella seconda partita, vinta 3-0 contro il Camerun, sforna l’assist su calcio d’angolo per il primo gol di Di Biagio e gli annullano un goal per fuorigioco, ma la sua prestazione appare meno brillante rispetto alla gara d’esordio, complici anche alcuni ruvidi interventi a suo carico da parte dei difensori africani e si consuma la prima “staffetta” con Del Piero. Contro l’Austria segna il 2-0 su assist di Filippo Inzaghi.

    Durante l’incontro si consuma ancora la “staffetta Baggio-Del Piero”, con Baggio che subentra al compagno nella ripresa. Dopo non essere stato impiegato nella partita degli ottavi contro la Norvegia, entra nel corso della partita con la Francia, valida per i quarti di finale, al posto di Del Piero, offre notevoli giocate e nei supplementari, lanciato da Demetrio Albertini sfiora persino il golden gol, calciando in corsa un pallone che sfila di pochissimo dal palo destro della porta di Fabien Barthez. Nell’epilogo ai calci di rigore segna il primo tiro dagli 11 metri, ma l’Italia viene eliminata dopo gli errori di Demetrio Albertini e Luigi Di Biagio.

    Grazie ai due gol realizzati, raggiunge il record italiano di marcature nei Mondiali detenuto da Paolo Rossi a quota 9 gol (il record verrà poi raggiunto anche da Vieri), e diventa l’unico giocatore italiano ad aver segnato in tre Mondiali diversi.

    Fonte: Wikipedia.com

Commenta

documoo-share

Powered by WordPress Popup